ALTOPIANO DI ASIAGO - Svaga
16603
page,page-id-16603,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-8.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.2,vc_responsive

ALTOPIANO DI ASIAGO: A SPASSO CON I CIMBRI


Settimana di trekking sull’altopiano di Asiago: passeggiate in aria pulita, relax e divertimento tra Marcesiana, Campolongo e Campomulo, al sapore di marmellata e formaggio! Una settimana dedicata allo star bene con gli altri e alla cura di sé in un territorio ricco di natura e cultura e antiche tradizioni da scoprire e vivere in ogni stagione.

PROGRAMMA


Domenica: arrivo in hotel e incontro con l’accompagnatore alle 18.00. Dopo cena si consiglia una escursione sotto la luna lungo la Vecchia Ferrovia.

 

Lunedì: scopriamo la cultura cimbra con un percorso a piedi dalla località Bisele e lungo il torrente Ghelpach. L’atmosfera sarà fantastica grazie alla Grotta del Popolo, la Cava degli Orsi e Shaff Kuvela, l’enorme roccia che esce dalla montagna come un tetto. Vedremo inoltre i graffiti della Val d’Assa, assaggeremo il formaggio Asiago e potremo visitare il sito archeologico del Bostel.

 

Martedì: Usciremo dai confini per ammirare i paesaggi del nord-ovest nel trentino. Dall’Altopiano di Vezzena a Luserna passando per Malga Millegrobbe. Nel pomeriggio potremo pedalare nel Barenthal per visitare i cimiteri inglesi o i musei cimbro e dei cuchi. Per la sera escursione sul Monte Erio per ammirare le stelle.

 

Mercoledì: giornata dedicata alla natura che comincia con l’escursione nel labirinto dei Castelloni di San Marco fino alle trincee di Cima Ortigara. Dopo la pausa pranzo sarà la volta del sentiero della memoria nel bosco denominato “Silenzio” e per finire la possibilità di divertirsi al Palaghiaccio o in sella ai cavalli di Erika che ci parlerà di equitazione;

 

Giovedì: escursione tranquilla alla volta di Campolongo per conoscerne passato e leggende: l’altare del diavolo, l’antica grotta, il forte con vista mozzafiato. Pranzo al Rifugio per assaporare la tradizione: gnocchi e canederli con patate di Rotzo. Si ricomincia con una passeggiata all’antica ghiacciaia naturale nella voragine del Sciason e successiva tappa alla malga di Camporosà. Nel pomeriggio possibilità di visitare il forte di Monte Cengio e il museo della Grande Guerra per finire con serata musicale della tradizione cimbra.

 

Venerdì: Riprendiamo il tema della grande guerra con l’escursione nella piana di Marcesina dove ammirare panorami di foreste e praterie. Qui una torbiera unica per la presenza di particolari specie di piante carnivore. Dopo i Casoni di Marcésina la passeggiata continua verso Monte Castelgomberto e Monte Fior. Pranzo al rifugio Barricata. Pomeriggio di visite presso sito archeologico Dalmeri, sacrario militare del Laiten e museo delle vecchie carceri ad Asiago.

 

Sabato: giornata ideale per uno shopping eno-gastronomico prima del rientro. Si consiglia caseificio Pennar, apicultura Guoli, marmellate Rigoni, torta Ortigara e amaro Kranebet.

 

Importante: il programma potrà subire variazioni in relazione alle condizioni atmosferiche e/o su indicazione da parte dell’accompagnatore.

 

Spostamenti in loco: saranno effettuati con propri mezzi o pulmino a noleggio.

 

Nel corso della settimana i ragazzi svolgeranno un programma turistico parallelo, dalle 9.00 alle 17.00, seguiti da una equipe di educatori specializzati.

Le attività che verranno proposte sono:

  • Passeggiate su percorsi nei dintorni
  • Visita alla Fattoria didattica “Cason delle meraviglie”*
  • visita alle malghe, escursione al museo didattico ambientale
  • Percorso didattico in Val di Nos a Gallio
  • Giro del trenino panoramico* per il centro di Asiago
  • Visita al Laghetto di Roana*
  • Piscina coperta*

 

Il programma non è personalizzato ma verrà strutturato sulla base delle possibilità e capacità dei componenti del gruppo e potrà subire variazioni a seconda delle condizioni climatiche. Sarà cura degli educatori organizzare giornalmente il programma delle attività.

 

*visite a pagamento non incluse nel costo del pacchetto.

PARTENZE:

8/6; 17/9

DIFFICOLTA’: Facile

DURATA: 7 Giorni e 6 Notti, Domenica-Sabato

QUOTA INDIVIDUALE: € 550,00

COMPRENDE: sistemazione in Hotel 3 stelle, trattamento di mezza pensione per i genitori e di pensione completa per i figli, 1 accompagnatore locale, percorsi e incontri guidati, parcheggio e assicurazione.

NON COMPRENDE: viaggio, pranzo e cena del giorno libero adulti, tassa di soggiorno, servizio dell’educatore e quanto non indicato nella voce “comprende”.

SERVIZIO EDUCATORE: € 625,00

SISTEMAZIONE: Albergo Col del Sole – Tresche Conca. L’albergo accoglie gli ospiti con cortesia e professionalità nella calda atmosfera tipica di montagna. La struttura a 3 stelle, a pochi metri dal centro città, dispone di ristorante, parcheggio, giardino privato e giochi per bambini.

STRUTTURA SANITARIA PIU’ VICINA: Ospedale di Asiago a 9 km.

PARTECIPANTI: min 6 persone.

ACCOMPAGNATORE: una persona dello staff Jonas ed educatori di Primavera 85.

SCOPRI ASIAGO E DINTORNI

Cesuna:

Museo dei Cuchi, Via XXVII Aprile n°16, Cesuna (VI). I Cuchi sono fischietti di terracotta, manufatti di antichissima tradizione cimbra o nord europea.
Località Bisele: troviamo la Grotta del Popolo e la cava degli Orsi ma soprattutto schaff Kuvela, la tettoia di roccia d’interesse storico ma soprattutto rievocativo del fantastico mondo di gnomi e fate.

Tresche conca:
Forte Corbin: trekking di 1 ora, bello e alla portata di tutti che ci porta ad uno dei meglio conservati fortini dell’altipiano, noto anche come museo militare.

Canove:
Museo della Grande Guerra 15-18;
Percorso vecchia ferrovia.

Roana:
Acropark e laghetto Lonaba. Dal laghetto partono passeggiate a cavallo e scuola per i bambini sui pony (per info e orari telefonare al comune di Roana 392 4666666);
Museo Cimbro: offre l’occasione per scoprire uno dei volti più particolari del nostro territorio, le radici della lingua e della cultura presenti sull’Altopiano. Il museo raccoglie oggetti legati al quotidiano lavoro degli agricoltori, degli artigiani e boscaioli.

Rotzo:
Rifugio Campolongo 0424 66487;
Archeo percorso del Bostel: sito archeologico con ricostruzioni di abitazioni preistoriche e percorso didattico.

Asiago:
Sacrario militare del Laiten;
Cimiteri inglesi;
Museo delle vecchie carceri (Via Benedetto Cairoli 13, Asiago / tel 0424 63854);
Osservatorio astrofisico: osservatorio astronomico di proprietà dell’Università di Padova (località Cima Ekar, 36012 Asiago VI / tel 0424-462032);
Museo dell’acqua (per programma e visite www.museodellacqua7comuni.it);
Museo Naturalistico Didattico Patrizio Rigoni: dotato di eccezionali ricostruzioni degli ambienti prealpini e di ricche collezioni di avifauna ed altri animali (Viale della Vittoria, 1 – Asiago (VI) – Tel. 0424/600253);
Palaghiaccio per hockey e pattinaggio (via stazione 1);
Agility forest località Millepini;

Gallio:
Rifugio Campomuletto: dal rifugio parte il sentiero del Silenzio che vuol essere un momento di meditazione sul tema della guerra con istallazioni sorprendenti e di grandi dimensioni.
Escursione Valle dei Mulini della Covola: nella val Frenzèla, un percorso pittoresco e recentemente ultimato con antichi mulini costruiti sul ruscello;
Percorso didattico forestale Val di Nos: in località Gastagh, interessantissimo percorso naturale che si snoda attraverso i boschi, permette a tutti anche ai più piccoli, di imparare molte cose grazie ai numerosi pannelli didattici che si trovano lungo il sentiero.

Enego:
Rifugio Marcesina: la vasta piana di Marcesina presenta panorami nordici, con immense foreste di abete, con una prateria dove vivono addirittura alcune piante carnivore uniche in Italia.
Casoni di Marcesina: nucleo di costruzioni in legno che formano un antico villaggio di boscaioli disabitato, usato spesso come set cinematografico.
Canyon della Val Gadena;

Lusiana:
Giardino della Flora alpina in località Granezza Monte Corno;
Parco del Sojo: è una galleria d’arte a cielo aperto, con sculture e istallazioni artistiche di vario genere collocate nei prati e nel bosco;
Villaggio preistorico del monte Corgnon;

Conco:
Cava dipinta e Cava abitata, installazioni e interventi scultoreo-pittorici dell’artista Toni Zarpellon.